Il Sistema EMsic

La Scuola di Musica e del Rumore® applica i principi e le procedure dell’Educazione Musicale Sistemico-cognitiva (EMsic), un programma originale di Vittorio Panza, frutto di oltre vent’anni di ricerca e sperimentazione in tutti gli ordini e gradi della scuola pubblica.

L’Educazione Musicale Sistemico-cognitiva si basa su una serie di percorsi di conoscenza innovativi, relativi sia alla teoria che alla pratica, una parte dei quali è riportata nel manuale PENTA-gramma – Un approccio sistemico alla grammatica della musica.

Il principale contributo che l’Educazione Musicale Sistemico-cognitiva porta alla didattica musicale è la modalità creativa nella conoscenza dei principi della grammatica musicale occidentale.
Pensando al percorso che un bambino può compiere verso la musica, è facile concordare sul privilegio che i criteri di gioco, di espressione, di creatività devono avere.
In questa prospettiva è possibile godere dei risultati di una vasta serie di esperienze, grazie alle quali si è diffusa una didattica dolce, attenta all’individuo e alle sue qualità espressive.
Allo stesso modo è altrettanto semplice, ma non usuale, offrire al medesimo bambino un percorso creativo anche per quanto riguarda la conoscenza di quei dati, apparentemente ostili, ma indispensabili, come “diesis”, “scala minore”, “allegretto”, “quinta eccedente”.
Le modalità di insegnamento di questi dati, che sono i contenuti della grammatica musicale, hanno ricevuto un’attenzione decisamente inferiore rispetto ai succitati aspetti espressivi, quasi certamente in conseguenza del pensiero, sottinteso o esplicito, che le nozioni grammaticali sono, per loro natura, aride e che la loro trasmissione non può che essere meccanica.
Attraverso l’Educazione Musicale Sistemico-cognitiva è invece possibile raggiungere i contenuti della grammatica musicale secondo una serie di passaggi logici, in cui gioca un ruolo fondamentale la valorizzazione e il legame con le conoscenze pre-acquisite, anche di natura extra-musicale. Questo tipo di apprendimento, di tipo cognitivo piuttosto che associativo, favorisce la motivazione e la consapevolezza, in quanto permette all’individuo di comprendere invece che semplicemente memorizzare.

La rivista on line Musicheria.net, diretto da Mario Piatti, organo del Centro Studi Musicali e Sociali Maurizio Di Benedetto con sede a Lecco, ha pubblicato due articoli in cui è trattato uno dei temi centrali della pedagogia EMsic, la notazione musicale.

Potete consultarli cliccando qui sotto:

Grammatica per tutti – ottobre 2016

Grammatica per tutti, secondo passo – giugno 2017